Passa ai contenuti principali

Panna cotta di Davide Pisano dal libro “Dolce La vita”




E’ un dolce fresco adattissimo per il giorno di ferragosto, si può preparare con largo anticipo.
E’ di facile esecuzione, ma da grandi soddisfazioni.



Per 4 persone 

Ingredienti per la panna cotta:
  • 250 g di panna fresca al 35% massa grassa
  • 250 g di  latte intero fresco biologico
  • 75 g di zucchero
  • 1 g di polpa di vaniglia
  • 6 g di gelatina in fogli

Ingredienti per le pesche allo cherry (potete utilizzare il distillato che più vi gusta)
  • 50 g di acqua
  • 100 g di zucchero
  • 100 g di pesche noci (tagliate in piccolissimi pezzetti)
  • 13 g cherry
  •  
  • Procedimento:

  1. In un pentolino far raggiungere il bollore, latte e zucchero.
  2. Togliere dal fuoco e aggiungere la vaniglia.
  3. Aggiungere la panna
  4. Mettere in ammollo per 15 minuti la gelatina, in acqua fredda
  5. Incorporare la gelatina al composto.
  6. Colare il tutto in una brocca dosatrice.
  7. Versare il liquido in un bicchiere da servizio, circa 1 cm
  8. Riporre in congelatore
  9. Lasciare la brocca con il restante liquido, coperta a temperatura ambiente
  10. Intanto preparare le pesche allo cherry
  11. Formare uno sciroppo con acqua e zucchero
  12. Cuocere le pesche in questo sciroppo per alcuni minuti
  13. Aggiungere il distillato
  14. Proseguire la cottura per altri 5 minuti
  15. Aspettare che il prodotto si raffreddi
  16. Quando il primo strato di panna cotta si sarà solidificato aggiungere la frutta
  17. Procedere nello stesso modo per gli strati successivi.
  18. Decorare a piacere



Commenti

Post popolari in questo blog

Le Cammille

Le camille sono tanto caruccie, e buone,  ma basta sbagliare un ingrediente per avere un macigno papposoe appicicaticcio, dopo due giorni di esperimenti finalmente è nata "la camilla"

Pasticcini di frolla montata by Teresa Insero

I miei pasticcini di frolla montata. Avvertenze: creano grave dipendenza 😜! Sono super veloci e facili, ma ci fate un figurone! Nella ricetta vi scrivo qualche trucco per non far perdere la forma, e soprattutto per evitare quel sapore un po' eccessivo di burro .

Macaron

I Macaron un nome buffo che ha origine dai suoi creatori, maccheroni, Italia. Molti erroneamente pensano che siano francesi, e invece no, fu Caterina Dei Medici a far conoscere questa bontà ai francesi, che ne migliorarono l'aspetto, e ne fecero una vera e propria moda.
Si contano centinaia di volumi che trattano delle tecniche per realizzarli a doc, io stessa ne ho collezionato un po', ne posseggo uno che parla esclusivamente degli errori che si possono commettere nel farli.......alla fine ho capito che sono loro a scegliere se venire bene o male :D noi li possiamo solo corteggiare morbosamente :D. Ovviamente scherzo basta conoscere bene le proprie attrezzature e procedere con cura e precisione.
ecco la ricetta tratta dal volume Macaron Una tentazione irresistibile:

Per circa 40 macaron:
200 g di  mandorle o altra frutta secca 20 g di cacao 200 g di zucchero a velo (non fatelo voi in casa)50 g di acqua200 g di zucchero semolato2x75 g di albumi a temperatura ambiente. (Hermé …