giovedì 23 dicembre 2010

Struffoli



Struffoli a casa mia non mancano mai mio marito adora il miele io lo odio però gli struffoli mi piacciono ihihihih
Ingredienti:
3 cucchiai di strutto
2 bicchierini di vino
la scorza grattugiata di un limone
4 uova
500 g di farina Molino Rossetto
Olio per friggere e tanto olio
400 g Miele biologico
Confetti e diavolini per decorare
Olio per friggere
Gli struffoli devono essere lavorati senza macchina altrimenti si gonfiano e non sono buoni, quindi mettere in una ciotola le uova sbatterle con la forchetta e incorporare tutti gli ingredienti, sulla spianatoia lavorare bene.
Con l’aiuto del matterello stendere una sfoglia doppia 5 mm e tagliare tante strisce e andranno arrotolate e poi tagliate in tanti piccoli pezzetti.
Friggere un po’ alla volta i piccoli pezzettini, altrimenti si formerà tanta schiuma.
Passare gli struffoli in carta assorbente.
Versare il miele in un tegame capiente e aggiungere 4 cucchiai di zucchero (è importante altrimenti il miele cola tutto e non rimane attaccato allo struffolino hahaha) incorporare gli struffoli e delle striscioline di arancio.
Spegnere la fiamma e aspettare che si solidifichino un po’ e poi versarli nei vassoi dove andranno decorati.

Guanti




I guanti sono dei dolci Natalizi tipici della Campania vengono regalati l’otto Dicembre a parenti e amici e non mancano mai alla Vigilia
Ingredienti:
3 cucchiai di strutto
2 bicchierini di vino
la scorza grattugiata di un limone
2 cucchiai di zucchero
4 uova intere
500 g di farina auto lievitante Molino Rossetto
Olio per friggere e tanto zucchero a velo
Mettere nella ciotola del Ken le uova con lo zucchero a velocità 2 aggiungere mescolando gli altri ingredienti, quando l’impasto sarà liscio e morbido.
Stendere l’impasto con la sfogliatrice “più è fine e meglio è “ dice la mia mamma!!! Fare 5 o 4 tagli su ogni rettangolo di pasta proprio a formare un guanto , friggere in olio caldo e scolare su carta da cucina.
Spolverare i guanti di zucchero a velo vanigliato quando sono ancora caldi.

sabato 4 dicembre 2010

Crepes dolci o salate



La ricetta delle crepes è di Babette è ottima il ripieno salato è una mia variante ai tanti ripieni salati.
la versione dolce con la nutella



Per l’impasto delle crepes:
Ingredienti
2 uova
180 g di farina (io ho usato farina con amido di Molino Rossetto molto delicata)
300 g di latte
Spray stacca teglia se non si ha usare burro o olio
Setacciare la farina, aggiungere gradatamente il latte con le uova leggermente sbattute, mescolando con una frusta, evitando di formare schiuma, passare il tutto in un colino a maglie strette.
Con lo spray ungere una teglia del diametro desiderato e riscaldarla bene, aggiungere un mestolo di prodotto roteare il padellino ed eliminare l’eccesso di liquido se c’è, poi piano piano quando si sarà capito la dose esatta da aggiungere di volta in volta, non sarà più necessario, rigirare velocemente le crepes che vanno cotte a fuoco vivo, via via che si cuociono possono essere impilate in un piatto, Babette dice che si conservano così anche due o tre giorni in frigo, a noi non sono mai durate manco tre giorni!!!
Ripieno salato
Funghi 500 g
Cipolla 1/2
Sale q.b.
Prosciutto cotto q.b. 100 g
Olio q.b.
Mozzarella 200 g
Panna da cucina 300 g
Parmigiano 100 g
Soffriggere i funghi con la cipolla in un po’ di olio. Frullare i funghi con il parmigiano e la mozzarella.
Stendere su una crepes un po' di frullato aggiungere una fettina sottilissima di prosciutto cotto, formare dei cannoncini, e porli in una teglia imburrata e con la panna.
Infornare a 200 °C per far leggermente gratinare.

giovedì 2 dicembre 2010

Pizzont'


Pizza unta o “ pizzont’” un classico della cucina campana più antica, le nonne la facevano il sabato togliendo un pezzo di pasta da quella preparata per fare i pezzi di pane “u’ paniell’ e pan’”, la pasta veniva fatta lievitare dopo aver aggiunto un po’ di acqua tiepida, ottenendo un impasto più elastico e appiccicoso, che veniva allargato con le mani bagnate e fatto friggere in olio o strutto bollente!!!! Ancora calda veniva cosparsa di zucchero o di sale.




Ancor oggi queste pizzette fritte vengono fatte un po’ in tutte le case per accontentare grandi e piccini, la mia è una ricetta veloce per farle, non hanno sicuramente il sapore di quelle che facevano le nostre nonne, ma sono ugualmente buone.
Ingredienti:
500 g di farina normalissima
300 g di acqua tiepida
10 g di lievito di birra oppure 100 gr di criscito/ pasta di riporto/ pasta madre
2 cucchiaini di sale (regolatevi secondo i vostri gusti)
50 g di strutto è opzionale a me piace e ce lo metto ihihihih


Mettere nel cestello della macchina del pane l’acqua tiepida e stemperare il lievito qualunque esso sia, aggiungere un po’ di farina e azionare la macchina a modalità impasta e lievita, quando si sarà formata una pastella liscia aggiungere lo strutto e il sale e piano piano tutta la farina.
Quando l’impasto è raddoppiato, staccare dei piccoli pezzi e allargarli con le mani bagnate, friggere in poco olio caldo, come se si volesse fare una frittata.
Passare le pizze su carta assorbente e condirle, io ho preferito una salsa veloce pomodoro fresco con basilico e aglio.

mercoledì 1 dicembre 2010

Tronchetto di Natale


Ed ecco il tronchetto le foto sono orrende!!!Perché foto non sono, la mia piccola macchinetta si è gustata fa solo video quindi per pubblicare una foto devo estrarla dal video ahimè lo so è penoso ihihih


Il tronchetto l’ho fatto per l’amichetta di Giovanna che come lei adora la cioccolata.

Per il biscotto ho usato l’impasto della sacher di Gennarino con relativa glassa di Maria Letizia super collaudata ottima!!! OVVIAMENTE CON MIE MODOFICHE :D
Ingredienti per un tronchetto fatto in una teglia 27 per 36 cm


20 g di farina Molino auto lievitante
40 g di maizena
90 g di burro molto morbido
80 g di zucchero a velo
90 g di cioccolato fondente
30 g di farina di mandorle di cui tre amare (non aumentare la dose di mandorle)
4 tuorli
5 albumi
400 g confettura di albicocche

Per la glassa di Maria Letizia
Ingredienti:
200 g di cioccolato fondente
70 g di burro
2 cucchiai d’acqua

Esecuzione

Preriscaldate il forno a 170° C, fondere il cioccolato a bagnomaria e farlo intiepidire.
Nella planetaria montare il burro con lo zucchero, aggiungere i tuorli, uno alla volta, incorporate con delicatezza la cioccolata, ormai tiepida, (fate attenzione se usate la planetaria, mescolate prima con la spatola e poi azionate la macchina, altrimenti, la cioccolata si attacca alle pareti ), aggiungere le mandorle macinate.
Setacciare la farina , e sempre con la planetaria, mischiate bene, il composto.
Con una spatola, si uniscono gl’albumi, montati a neve.
Foderare la teglia e infornare a 170 °C fino a cottura meno di 15 minuti non far cuocere troppo!!!
Ancora caldo staccare dalla carta forno e adagiare il biscotto su un canovaccio e stendere uno strato facendolo assorbire bene dal biscotto di confettura.
Aiutandosi con il canovaccio avvolgere bene stretto nel senso più corto il rotolo, se si rompe non importa questo biscotto è fantastico perché morbidissimo, tenendolo stretto nel canovaccio si ripone nel congelatore un paio d’ore, dove la sua forma si compatterà bene.
Preparare la glassa facendo sciogliere gl’ingredienti a bagnomaria, mescolando di continuo, far intiepidire leggermente.
Quando il tronchetto sarà bene freddo dividerlo a formare i rami e aiutandosi con un cucchiaio far colare piano piano la glassa, che tende subito a rapprendersi,con uno stecchino formare le venature.

Decorare a piacere io ho usato pasta di zucchero formando funghetti ed erbetta.

Omino di Pan di Zenzero

Eccomi qui dopo tanto tempo a scrivere una “ricetta”, almeno in questo periodo i problemi si cerca di metterli un po’ in un angolo e si gioca in cucina con i propri figli.







Poiché sono parecchio arrugginita ho voluto aiutarmi tanto hahaha, ho provato il preparato di Molino Rossetto, che altro non è che un miscuglio di farine e spezie ben equilibrato per preparare questi biscotti Natalizi, a cui va aggiunto uova e burro; per chi ha poco tempo è un grande aiuto.

Il sapore è delicato, non sono duri ma fragranti, zomma buoni buoni!!!




Con una confezione si fanno 12 biscotti di uno spessore di 4 mm, per farli tutti uguali ho posto due riviste agli estremi del matterello e ho steso la pasta.



Chiusi in sacchetti possono essere un regalo goloso !!!

domenica 7 marzo 2010

Supplì
















Non sono tradizionali delle mie zone, ho cercato di farli secondo i nostri gusti.....
Spero che piacciano anche a voi sempre in Cucinainsimpatia trovate la mia ricetta, molto semplice, fatta a modo mio.
 

Pasticci e Capricci Template by Ipietoon Cute Blog Design and Homestay Bukit Gambang

Blogger Templates