Passa ai contenuti principali

Pizzont'


Pizza unta o “ pizzont’” un classico della cucina campana più antica, le nonne la facevano il sabato togliendo un pezzo di pasta da quella preparata per fare i pezzi di pane “u’ paniell’ e pan’”, la pasta veniva fatta lievitare dopo aver aggiunto un po’ di acqua tiepida, ottenendo un impasto più elastico e appiccicoso, che veniva allargato con le mani bagnate e fatto friggere in olio o strutto bollente!!!! Ancora calda veniva cosparsa di zucchero o di sale.




Ancor oggi queste pizzette fritte vengono fatte un po’ in tutte le case per accontentare grandi e piccini, la mia è una ricetta veloce per farle, non hanno sicuramente il sapore di quelle che facevano le nostre nonne, ma sono ugualmente buone.
Ingredienti:
500 g di farina normalissima
300 g di acqua tiepida
10 g di lievito di birra oppure 100 gr di criscito/ pasta di riporto/ pasta madre
2 cucchiaini di sale (regolatevi secondo i vostri gusti)
50 g di strutto è opzionale a me piace e ce lo metto ihihihih


Mettere nel cestello della macchina del pane l’acqua tiepida e stemperare il lievito qualunque esso sia, aggiungere un po’ di farina e azionare la macchina a modalità impasta e lievita, quando si sarà formata una pastella liscia aggiungere lo strutto e il sale e piano piano tutta la farina.
Quando l’impasto è raddoppiato, staccare dei piccoli pezzi e allargarli con le mani bagnate, friggere in poco olio caldo, come se si volesse fare una frittata.
Passare le pizze su carta assorbente e condirle, io ho preferito una salsa veloce pomodoro fresco con basilico e aglio.

Commenti

  1. Bella ricetta...semplice e veloce...sicuramente da provare!

    RispondiElimina
  2. Saranno sicuramente ottime!!! L'idea dello strutto nell'impasto mi piace assai, gli darà quel tocco in più. Le debbo fare :-)

    RispondiElimina
  3. Ma sai che quasi quasi mi hai dato l'idea... lo provo pure io lo strutto nell'impasto della pizza!
    Grazie Teresì! Che bello vederti circolante!
    Un bacio :-)

    RispondiElimina
  4. buoneeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. finalmente ti sei decisa a tornare...
    ed alla grande...
    manco me ne ero accorta...è stato un caso...
    ciao piccoli'

    Enza

    RispondiElimina
  6. Enza sapessi come è bello leggerti io ci provo speriamo che duri........

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Le Cammille

Le camille sono tanto caruccie, e buone,  ma basta sbagliare un ingrediente per avere un macigno papposoe appicicaticcio, dopo due giorni di esperimenti finalmente è nata "la camilla"

Pasticcini di frolla montata by Teresa Insero

I miei pasticcini di frolla montata. Avvertenze: creano grave dipendenza 😜! Sono super veloci e facili, ma ci fate un figurone! Nella ricetta vi scrivo qualche trucco per non far perdere la forma, e soprattutto per evitare quel sapore un po' eccessivo di burro .

Éclair, i bigné alla francese

Gli Èclair, i bignè alla francese. Credo che molti conoscano la mia passione perversa per i bignè. Prove su prove alla ricerca della ricetta bilanciata, e fino a ieri, credevo che la mia ricerca fosse a buon punto. Nulla di più sbagliato. Ieri , un po’ stanca e un po’ distratta dal pensiero di altri esperimenti, ho riprodotto la ricetta del grande Maestro (il Maestro dei Maestri) Pierre Hermé, eeee….. sorpresa ho trovato ciò che cercavo da circa 20 anni, un bignè fragrante, che si gonfia ma mantiene la forma, che non necessita del passaggio in stufa a 40° per farlo asciugare……quindi si una magia che solo lui poteva fare. Eccovi la ricetta dal libro LE LAROUSSE DES DESSERTS ______________________________________________

Ingredienti per 13éclairs:
60 ml di acqua75 ml latte intero2 g sale3 g zucchero56 g burro di centrifuga75 g di farina debole3 o 2 uova piccole. Vi metto la foto di alcuni ingredienti

Preriscaldare il forno a 170 °C forno statico valvola chiusa (il forno deve essere ben c…