Passa ai contenuti principali

Quadro d'autore di Montersino

Quadro d'autore di Montersino con qualche piccolissima omissione e variante


Fatta e rifatta tante volte in estate, vorrei rifarla domani queste giornate di sole mi ispirano! :) alcuni passaggi sono molto lunghi non li metto tutti in questa ricetta perchè risulterebbe veramente tutto poco chiaro e superficiale, vorrei dedicarvi uno spazio tutto loro, come per la gelatina in soluzione* ( che tanta confusione ha creato in alcuni testi in cui non veniva specificato che era in soluzione e non gelatina in fogli) la pasta al limone, o semplicemente lo zucchero liquido, spero che vi faccia piacere così, se così non fosse ogni critica per me è costruttiva quindi .........

Ingredienti per 8 persone:

Chantilly al limone

400 g di panna
300 g crema pasticcera
24 g di gelatina in soluzione* altrimenti 4 g di gelatina in fogli
150 g di pasta al limone*
10 g limoncello
Per la gelèe

50 g di purea di ananas
100 g di purea di more
100 g di mango
40 g di gelatina in soluzione* altrimenti 7 gr di gelatina in fogli



Per la bagna al limoncello


100 g di acqua
100 g di zucchero liquido al 70 %*
25 g di limoncello


Per la finitura

300 g di frutta fresca mista
200 g di pan di spagna
20 g di gelatina neutra.


Procedimento per la chantilly al limone

Riscaldare una parte di crema pasticcera e sciogliervi la gelatina in soluzione.
Quando la gelatina sarà perfettamente sciolta incorporare la restante crema pasticcera il limoncello e per ultima la panna.


Per la gelee esotica

Unire tutte le puree, riscaldarne una piccola parte a cui sarà aggiunto lo zucchero e la gelatina in soluzione, mescolare finché la gelatina sarà sciolta e incorporare alla purea fredda.
Per la bagna al limoncello
Mescolare bene tutti gl’ingredienti.
Assemblaggio
Prendere un quadro di acciaio e porvi sotto l’acetato, (o lo stampo della Pavonidea dove comunque va aggiungo il foglio di acetato o la carta fono, è comodissimo perchè si apre facilmente, non cola e la cosa più ganza è che si vede sotto attraverso il vetro come risulterà il quadro),




distribuire la frutta tagliata a fettine, e con l’aiuto di una sacca distribuire la crema al limone.
Con l’aiuto di una spatola piatta lisciare la superficie, mettere in congelatore tre ore.
Riprendere il quadro e delicatamente , MOOOLTO delicatamente, con un mestolino colare sopra la gelèe , rimettere in congelatore ancora un 1 ora .
Dopodiché con un altro strato di crema e uno strato di pan di spagna tagliato a fettine e inzuppato nella bagna.
Mettere in congelatore dove lo tenete così finchè non arrivi quel momento speciale per mangiarlo e procedete così:
Togliere la torta dal quadro, eliminare l’acetato una volta che si sarà capovolto sul piatto da portata, in sicurezza perché il prodotto è congelato e quindi solido, coprite con gelatina (di solito io aspetto un po’ altrimenti la gelatina tende a congelarsi) , decorare a piace.

Commenti

  1. Che dire, dall'aspetto è perfetto. La paternità è nobile. Dovrei solo assaggiarlo!
    Mi fido, mi fido: sicuramente ottimo!
    Bravissima!

    RispondiElimina
  2. GRAZIE tante Dana!!! troppo forte sei ihihi

    RispondiElimina
  3. mamma mia che bontà!!complimenti!un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Ma che finezza!1
    bravissima troppo bella !!

    Buona domenica Anna

    RispondiElimina
  5. Delicatissimo e fantasioso! Complimenti!

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Terèèèèèèèèè mamma mia e che hai fatto!!! Quanto è bello, mi piace tanto, ma tanto!

    Sarà squisito....questo mettilo tra le cose che mi devi far provare:-)

    RispondiElimina
  8. Grazie Dada :-*
    Irisinaaa tu tieni un libro segnato con tutte le cose che MIIIII devi fare provare!!!!! HAHAHA

    RispondiElimina
  9. è stu-pen-da complimenti
    questo dolce sembra di facile esecuzione ma ottenere una torta bella non è scontato!
    Complimenti!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Le Cammille

Le camille sono tanto caruccie, e buone,  ma basta sbagliare un ingrediente per avere un macigno papposoe appicicaticcio, dopo due giorni di esperimenti finalmente è nata "la camilla"

Pasticcini di frolla montata by Teresa Insero

I miei pasticcini di frolla montata. Avvertenze: creano grave dipendenza 😜! Sono super veloci e facili, ma ci fate un figurone! Nella ricetta vi scrivo qualche trucco per non far perdere la forma, e soprattutto per evitare quel sapore un po' eccessivo di burro .

Éclair, i bigné alla francese

Gli Èclair, i bignè alla francese. Credo che molti conoscano la mia passione perversa per i bignè. Prove su prove alla ricerca della ricetta bilanciata, e fino a ieri, credevo che la mia ricerca fosse a buon punto. Nulla di più sbagliato. Ieri , un po’ stanca e un po’ distratta dal pensiero di altri esperimenti, ho riprodotto la ricetta del grande Maestro (il Maestro dei Maestri) Pierre Hermé, eeee….. sorpresa ho trovato ciò che cercavo da circa 20 anni, un bignè fragrante, che si gonfia ma mantiene la forma, che non necessita del passaggio in stufa a 40° per farlo asciugare……quindi si una magia che solo lui poteva fare. Eccovi la ricetta dal libro LE LAROUSSE DES DESSERTS ______________________________________________

Ingredienti per 13éclairs:
60 ml di acqua75 ml latte intero2 g sale3 g zucchero56 g burro di centrifuga75 g di farina debole3 o 2 uova piccole. Vi metto la foto di alcuni ingredienti

Preriscaldare il forno a 170 °C forno statico valvola chiusa (il forno deve essere ben c…