Passa ai contenuti principali

Perché usare la macchina del pane




E’ lo so è un post insolito ma doveroso per me che adoro questa piccola macchina, che non uso per cuocere bensì solo per impastare e lievitare, la trovo estremamente comoda, ha un prezzo irrisorio e lavora bene, e mica fa solo il pane ihihihihi:

Ravioloni

Ingredienti per la pasta:

700 gr di farina lo conte per pasta

6 uova intere

un cucchiaio di strutto





mettere nel cestello le uova sbattute e impostare la macchina a modalità impasto, aggiungere gradatamente la farina e quando si è formata l'impasto, aggiungere lo strutto.

Spegnere mdp quando l'impasto sarà lucido.

Preparare il ripieno, io ho scottato e rosolato in burro gli spinaci ho aggiunto: noci, sale, provola, ricotta e un uovo; non metto le dosi perchè lo faccio ad occhio, ed è una questione di gusto si assaggia e ci si regola :)) è meglio frullare tutto e unire alla ricotta nella planetaria.

E qui ci vengono in aiuto tre attrezzi semplici semplici ma indispensabili, quello di destra era di mia madre ha più di 36 anni marò quanto è vecchio ha la mia età HAHAHAHAHA vabbè andiamo avanti che è meglio! con la spatola di metallo tagliamo un pezzo dell'impasto e il resto lo ficchiamo sotto una ciotola per non farlo seccare, lo stendiamo un po' con il matterello e lo passiamo nella sfogliatrice, al contrario di quello che si farebbe per le tagliatele le sfoglie devono essere stese un po' alla volta senza farle seccare, devono essere sottilissime per ottenere un raviolo più delicato alla carne, se invece si vuole un ripieno come questo, che è umido si deve lasciare leggermente più spessa per evitare che la sfoglia inumidisca troppo.

Con gli aggeggi plurisecolari ihihih si segna leggermente la pasta per capire dove deve andare e quanto deve essere il ripieno.



E con la sacca si procede a fare i mucchietti d'impasto, con il pennello si bagna un po' la sfoglia per non far aprire i ravioli in cottura.

Si adagia la seconda sfoglia piano piano eliminando l'aria, con il palmo della mano.


E si sigilla prima con il cerchio e poi si taglia con il quadrato.


Si dispongono i ravioloni su vassoi, e possono essere congelati, la morte loro è burro e salvia!!!



Commenti

  1. Mamma che sò belli e buoni questi ravioloni!!!hahaha mi hai fatto ridere anche io ho accessori di mia madre,sò vecchi ma non se rompono!!^_*
    bravissima
    buona serata Anna

    RispondiElimina
  2. Ed io che mi aspettavo di vedere un pane!!! Mitica come sempre Teresì!
    Buon Anno a tutti Voi!

    RispondiElimina
  3. Anna grazie è vero i loro erano migliori le nostre caccavelle made in china non credo dureranno tanto haha

    Olga ci stà pure quello ihihi... grazie un buon anno anche a te e ai tuoi cari BACI

    RispondiElimina
  4. Non avevo mai pensato ad impastarci l'impasto per la pasta; idea geniale, brava Terè.

    Baci a te e famiglia

    RispondiElimina
  5. Tu sei un GENIO !!!!!
    Io amo i ravioli, non se po fa così...guardare e non mangiare:-(

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Éclair, i bigné alla francese

Gli Èclair, i bignè alla francese. Credo che molti conoscano la mia passione perversa per i bignè. Prove su prove alla ricerca della ricetta bilanciata, e fino a ieri, credevo che la mia ricerca fosse a buon punto. Nulla di più sbagliato. Ieri , un po’ stanca e un po’ distratta dal pensiero di altri esperimenti, ho riprodotto la ricetta del grande Maestro (il Maestro dei Maestri) Pierre Hermé, eeee….. sorpresa ho trovato ciò che cercavo da circa 20 anni, un bignè fragrante, che si gonfia ma mantiene la forma, che non necessita del passaggio in stufa a 40° per farlo asciugare……quindi si una magia che solo lui poteva fare. Eccovi la ricetta dal libro LE LAROUSSE DES DESSERTS ______________________________________________

Ingredienti per 13éclairs:
60 ml di acqua75 ml latte intero2 g sale3 g zucchero56 g burro di centrifuga75 g di farina debole3 o 2 uova piccole. Vi metto la foto di alcuni ingredienti

Preriscaldare il forno a 170 °C forno statico valvola chiusa (il forno deve essere ben c…

Cupcakes dal cappello alto

Cupcake dal cappello alto, è un dolcino estremamente scenografico, ma anche molto buono, nonostante sia una "ricetta americana" ha il sapore dei dolci delle nostre nonne.
 Passiamo subito alla ricetta, che io ho preso qui, ovviamente ho fatto le mie modifiche, sempre rispettando il carattere goloso del dolcino.

 Ingredienti per 11 cupcakes: (il 12° è molto piccolo)

125 g farina debole per dolci tipo mulino bianco
25g di polvere orzo-caffe solubili
1 cucchiaino di bicarbonato e cremor tartaro (in parte uguali)
40 g di burro fuso (bavarese)
40 g di olio di oliva delicato
170 g zucchero (di cui 50 grammi di zucchero di canna grezzo integrale)
80 ml di latte fresco intero
2 uova medie
50 g di scaglie di cioccolato (opzionali)
1 cucchiaino di essenza di vaniglia o polpa di bacca 

Procedimento muffins

Preriscaldare il forno a 170° C statico.
Foderare con pirottini per cupcakes la teglia da muffin.
Setacciare insieme il lievito naturale e la farina, nella ciotola della planetaria.

Le girelle