Passa ai contenuti principali

Tacchino disossato


...sono quasi vegetariana ......però amo cucinare anche piatti di carne, e devo dire che il mio tacchino farcito potrebbe tentare anche me :D


Ho farcito il tacchino con: salciccia sarda affumicata pancetta fresca fatta da mamma (si anche lei si diletta in cucina), prugne, mollica di pane bagnata e strizzata, olive verdi e pinoli; ho fatto rosolare il tutto in abbondante burro chiarificato, con un po' di aglio che poi ho tolto, sfumando con un bicchiere di vino bianco, ho preferito il vino bianco perchè la carne di tacchino è molto delicata e un vino rosso avrebbe rovinato la preparazione.
Con un mestolo di legno l'ho versato il tutto, sul tacchino semi disossato, ho cucito e massaggiato con l'olio sale e spezie la carne.
Posto il tacchino in una teglia ho ricoperto con bacche, rami di mirto e prugne, ho irrorato con olio e vino, infornato a 170 per tre ore fino a doratura..




Quella che spunta da sopra è la manina di Giò giò





Vi metto un video dove si può imparare facilmente a disossare un tacchino, vi assicuro che non è difficile!







Commenti

  1. E' un piatto che adoro... e circa 1 secolo fa anche io disossai un tacchino lasciando solo le cosce e le ali... mai più fatto però...

    Brava Teresì! Un abbraccio :-)

    RispondiElimina
  2. Grazie Olga ricambio l'abbraccio :D credo che rimarrà unico anche a me, richiede una cottura lunghissima occupando il forno per troppo tempo rubandolo ad altre pietanze però è stato bello ihihih

    RispondiElimina
  3. Che bello e buono stò tacchino ripieno!! arrivo da te.. qui ancora vogliono pesce hih bravissima
    un bacione cara!
    Anna

    RispondiElimina
  4. Ecco una cosa che non potrei mai fare, troppo complicato per me :-)
    Troppo brava la nostra Teresina

    RispondiElimina
  5. che piatto invitante deve essere di quelli veramente saporiti!!bacioni imma

    RispondiElimina
  6. Anna ti aspetto!!! :) grazie

    Iris tu potresti farlo con gl'occhi chiusi e saltellando su un piede!!!grazie

    Imma che bello leggerti qui grazie

    RispondiElimina
  7. WAW, io non ho mai disossato un pollo e credo... che continuerò a non farlo ma mai dire mai.

    Bello e molto invitante il tuo. Brava come sempre

    Baci

    RispondiElimina
  8. E' uno spettacolo! Bravissima sia per il dolce che per il salato.
    Ciao,Dana

    RispondiElimina
  9. Claudia per una cuoca brava come te sarebbe semplicissimo!!! grazie

    Dana grazie per la tua visita e grazie per le tue parole!! a presto Teresa

    RispondiElimina
  10. Ciao Teresa! Che bel tacchino è davvero molto invitante,anche perchè ricorda ancora il Natale!
    Io spesso faccio il pollo ripieno,ma con il tacchino non ho mai provato.
    Comunque sei bravissima,anche con i dolci
    Un bacio
    Raffa

    RispondiElimina
  11. Raffaella grazie sei gentilissima, ho visto la tua tavola Natalizia piena di dolci STUPENDA COMPLIMENTI!!! ciao Teresa

    RispondiElimina
  12. Ciao!!!!!!!!!!!Mi unisco ai tuoi sostenitori, questo blog è molto bello!!!!!
    Complimenti per il tacchino, sei molto brava!!!!!
    A presto!!!!!!!!

    RispondiElimina
  13. Personnellement, je n'ai encore jamais désossé de volailles. Merci pour cette vidéo.
    Ta dinde devait être délicieuse.
    Très bonne année et à bientôt.

    RispondiElimina
  14. ditemi voi cos'è che questa donna non sa fare..
    è bravissima in tutto...
    bacini
    Enza

    RispondiElimina
  15. Grazie ragazze!!!
    Un abbraccio Enza

    RispondiElimina
  16. Wau Teresa che buono!! Non sei solo brava con le tue fantastiche creazioni, ma anche col il resto.. mhh ottimo!!
    bacioni grandi

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Éclair, i bigné alla francese

Gli Èclair, i bignè alla francese. Credo che molti conoscano la mia passione perversa per i bignè. Prove su prove alla ricerca della ricetta bilanciata, e fino a ieri, credevo che la mia ricerca fosse a buon punto. Nulla di più sbagliato. Ieri , un po’ stanca e un po’ distratta dal pensiero di altri esperimenti, ho riprodotto la ricetta del grande Maestro (il Maestro dei Maestri) Pierre Hermé, eeee….. sorpresa ho trovato ciò che cercavo da circa 20 anni, un bignè fragrante, che si gonfia ma mantiene la forma, che non necessita del passaggio in stufa a 40° per farlo asciugare……quindi si una magia che solo lui poteva fare. Eccovi la ricetta dal libro LE LAROUSSE DES DESSERTS ______________________________________________

Ingredienti per 13éclairs:
60 ml di acqua75 ml latte intero2 g sale3 g zucchero56 g burro di centrifuga75 g di farina debole3 o 2 uova piccole. Vi metto la foto di alcuni ingredienti

Preriscaldare il forno a 170 °C forno statico valvola chiusa (il forno deve essere ben c…

Cupcakes dal cappello alto

Cupcake dal cappello alto, è un dolcino estremamente scenografico, ma anche molto buono, nonostante sia una "ricetta americana" ha il sapore dei dolci delle nostre nonne.
 Passiamo subito alla ricetta, che io ho preso qui, ovviamente ho fatto le mie modifiche, sempre rispettando il carattere goloso del dolcino.

 Ingredienti per 11 cupcakes: (il 12° è molto piccolo)

125 g farina debole per dolci tipo mulino bianco
25g di polvere orzo-caffe solubili
1 cucchiaino di bicarbonato e cremor tartaro (in parte uguali)
40 g di burro fuso (bavarese)
40 g di olio di oliva delicato
170 g zucchero (di cui 50 grammi di zucchero di canna grezzo integrale)
80 ml di latte fresco intero
2 uova medie
50 g di scaglie di cioccolato (opzionali)
1 cucchiaino di essenza di vaniglia o polpa di bacca 

Procedimento muffins

Preriscaldare il forno a 170° C statico.
Foderare con pirottini per cupcakes la teglia da muffin.
Setacciare insieme il lievito naturale e la farina, nella ciotola della planetaria.

Le girelle