Passa ai contenuti principali

Biscotti senza uova




I biscotti SENZA UOVA, sono i San Nicola di Christophe Felder, una ricetta facile, veloce e ovviamente i biscotti sono molto buoni. La ricette può essere utile a chi ha intolleranze alle uova, o a chi vuole un buon biscottino da tè

Per 30 biscotti:
  •  180 g di farina 00 w160 (io ho usato la mulino bianco)
  • 75 g di zucchero a velo
  • 60 g di latte 
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  •  125 g di burro a pomata (il burro sempre di alta qualità, di sola panna di centrifuga)
Procedimento:
  1.  In una ciotola lavorare il burro morbido con lo zucchero
  2. Incorporare il latte e la vaniglia
  3. Sbattere con una frusta
  4. incorporare con la spatola la farina.
  5. Riempire il sac à poche con la bocchetta scanalata.
  6. Rivestire la teglia con carta forno
  7. Formare i biscotti
  8. Porre la teglia in frigo per almeno 30 minuti.
  9.  Preriscaldare il forno a 180°C.
  10. Infornare i biscotti e farli cuocere fino a doratura (circa 20 minuti)


Commenti

Post popolari in questo blog

Macaron

I Macaron un nome buffo che ha origine dai suoi creatori, maccheroni, Italia. Molti erroneamente pensano che siano francesi, e invece no, fu Caterina Dei Medici a far conoscere questa bontà ai francesi, che ne migliorarono l'aspetto, e ne fecero una vera e propria moda.
Si contano centinaia di volumi che trattano delle tecniche per realizzarli a doc, io stessa ne ho collezionato un po', ne posseggo uno che parla esclusivamente degli errori che si possono commettere nel farli.......alla fine ho capito che sono loro a scegliere se venire bene o male :D noi li possiamo solo corteggiare morbosamente :D. Ovviamente scherzo basta conoscere bene le proprie attrezzature e procedere con cura e precisione.
ecco la ricetta tratta dal volume Macaron Una tentazione irresistibile:

Per circa 40 macaron:
200 g di  mandorle o altra frutta secca 20 g di cacao 200 g di zucchero a velo (non fatelo voi in casa)50 g di acqua200 g di zucchero semolato2x75 g di albumi a temperatura ambiente. (Hermé …

Le Cammille

Le camille sono tanto caruccie, e buone,  ma basta sbagliare un ingrediente per avere un macigno papposoe appicicaticcio, dopo due giorni di esperimenti finalmente è nata "la camilla"

Crostata di frolla alla confettura di albicocche

Chiamarla frolla è riduttivo, ma questo è il nome che il Maestro Massari da a questa torta,e allora io devo dire che non ho mai veramente mangiato una frolla prima di questa ricetta. Pur avendola cotta bene, pur essendo friabile è una nuvola che si scioglie in bocca, grazie Maestro per queste sue opere che ci dona con infinità generosità.