Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2011

Uova Imbottite Dell' Angelo

Nel cestino della scampagnata, del lunedì dell'Angelo in Campania non possono mancare queste uova, sono molto gustose, piacciono a grandi e piccini.


Pastiera di riso tipica del Sannio

La pastiera di riso ha origini antichissime precede quella di grano e succede quella di capellini,  la prima pastiera Campana era composta da un involucro di pasta simile a quella attuale riempito da pasta lessa , i capellini o spaghetti, misti a uova senza ricotta, successivamente furono sostituiti i capellini con il  riso e solo in tempi moderni si aggiunse la ricotta, arrivando infine al grano.

Della pastiera più antica ne hanno memoria solo le nostre nonne, sono state ormai dimenticate, ma si trova ancora qualche massaia che si dedica a quella di riso, indovinate chi è?! Anche quest’anno vi posto la ricetta….. senza non prima rompervi un po’ con le mie solite fisime hahaha

Non si rimane nel u’ruot’, è più alta di quella di grano, ben 7 centimetri, non vanno aggiunti canditi, né acqua di fiore d’arancio, ci va lo zucchero a velo, ma soprattutto non vi sono canoni severi!!!! Se vi piace più bassa o più alta, o con le strisce o senza strisce, nessuno vi potrà dire nulla, perchè ques…

La pastiera con crema

In ogni zona della Campania, esiste una variante, per ogni brava massaia la sua è con certezza la ricetta originale! Sicuramente la più gustosa.




Vi presento le cugine Carmela e Maria, che discorrono sempre in lingua indigena.Maria da quand'è nata trascorre le giornate a casa di sua cugina, nonostante siano ormai  entrambe sposate con tanto di prole! Le due sono legate da un forte legame di sangue e d'affetto; ma capita quel periodo dell'anno in cui le  due donne si parapigliano! Poverine.....

Carmela si rivolge a Maria:

- Que' Mari' ma tu che dice, assag’ chà, si scioglie' mocche-.

Traduzione:
-Maria cosa dici, assaggia si scioglie in bocca-.

E Maria è sanguigna mica stà zitta:

-eeeeeeee Carmè chamma fa' i puluntun’, cù stà cremm' è sciapite!-.

-Carmela ti atteggi a donna del nord, la crema la rende insipida-.

NOOOOO non l'avesse mai detto, Carmela si arrabbia:

-Marì tu nu' capisc' nient sì cafò!-.

-Maria tu non…

Il casatiello dolce

Si avvicina anche quest'anno la santa Pasqua e non può mancare il casatiello!



La triade che si conserva per Pasquetta!






E se fossimo deboli bisogna rafforzarsi un po'!!!







Nella mia casetta non può mancare il mio dolce preferito, il mio! Perché a casa mia non "scende" a nessuno, soprattutto al marito mio! San Giuliano come l’ha ribattezzato l’amica mia Iris, guarda Iris solo  per il fatto che non gli garba il casatiello perde l’aureola! Oh!  Il casatiello è sacro e non se tocca,  deve grattare in gola e si deve sentire sotto i denti! Ma è di un sapore unico, non paragonabile a nulla!!! Come ogni anno, da che mi conoscete ve tocca !!!sorbirvi questa storia…….. ma altrimenti che Pasqua è? HAHAHAHA

L’aspetto di questo dolce Pasquale, è simile ai suoi creatori: Intensamente ambrato, gioioso, con un’anima forte che si sente sotto i denti, quando lo hai apprezzato ti rimane per sempre nell’anima.
Il casatiello è il dolce dei ricordi, il dolce della famiglia.
Croce e del…