Passa ai contenuti principali

Pizzette da rosticceria


Ciao a tutti, queste sono le pizzette (o almeno sono quelle che io volevo ricreare) che mangiavamo in rosticceria quando eravamo  ragazzi negli anni '90, meno dolce  della rosticceria palermitana più tenace... ho fatto varie prove in queste settimane e vi metto le varie ricette, indicandovi le varianti.

Variante con lievito di birra

Ricetta pizze da rosticceria:

Ingredienti:
  • 500 g caputo sacco rosso (avevo quella in casa)
  • 280 g di latte a temperatura ambiente + i 20*g per sciogliere il burro
  • 50 g di burro fuso in 20*g di latte
  • 15 g di sale
  • 5 g di zucchero
  • 5g di lievito disidratato di birra
  • 20 g di patata lessa schiacciata.
Procedimento (se non avete la planetaria si può usare un frullino con le fruste ad uncino)
1.Fondere il burro e farlo intiepidire.
2. Sciogliere in un bicchiere il lievito con il latte.
3. Aggiungere lo zucchero
Versare nella planetaria con gancio a K il latte con il lievito e lo zucchero
4. Aggiungere gradualmente la farina e impastare a media velocità.
5. Aggiungere la patata e il sale
6. Quanto l’impasto inizierà ad attaccarsi al gancio aggiungere il latte con il burro.
7. Mescolare a media velocità
8. Verificare la consistenza dell’impasto che non deve essere appiccicoso (se necessario si può aggiungere ancora piccole quantità di farina o al contrario se l’impasto è troppo sostenuto si può aggiungere un po’ di farina)
9. Sostituire il gancio da impasto quando l’impasto si attaccherà alla K
10. Incordare.
11. Pirlare l’impasto su di un piano
12. Oliare una ciotola con tappo e riporvi l’impasto.
13. Lasciarlo a temperatura ambiente per circa 30 minuti, poi riporlo in frigo tutta la notte (se abbiamo fatto tutto bene l’impasto sarà raddoppiato)
15. Formare un filone e dividerlo in tanti piccoli pezzi da 80 g
Pirlare i pezzi formando tante piccole palline
16. Porre le palline in un contenitore per la lievitazione ben distanziate.
17. attendere il raddoppio
18. spolverare il piano con farina di riso e formare delle pizze.
19Condire con un sugo semplice
20. infornare in forno preriscaldato a 180 C
21. Quando le pizze saranno dorate aggiungere della provola affumicata
22. Attendere pochi minuti e sfornare.

Variante con Licoli
Ricetta pizze da rosticceria:

Ingredienti:
  • 450 g caputo sacco rosso (avevo quella in casa) (se avete la madre solida 440g)
  • 250 g di latte a temperatura ambiente (se avete la madre solida 270g)
  • 50 g di burro morbido tagliato a cubetti
  • 15 g di sale
  • 5 g di zucchero
  • 100g di licoli
  • 20 g di patata lessa schiacciata.
Procedimento (se non avete la planetaria si può usare un frullino con le fruste ad uncino)
1. Togliere il burro dal frigo e tagliarlo a cubetti.
2. Sciogliere il lievito nel latte con lo zucchero
3. Versare nella planetaria con gancio a K il latte con il lievito e lo zucchero
4. Aggiungere gradualmente la farina e impastare a media velocità.
5. Aggiungere la patata e il sale
6. Quanto l’impasto inizierà ad attaccarsi al gancio aggiungere il latte.
7. Mescolare a media velocità, aggiungere il burro.
8. Verificare la consistenza dell’impasto che non deve essere appiccicoso (se necessario si può aggiungere ancora piccole quantità di farina o al contrario se l’impasto è troppo sostenuto si può aggiungere un po’ di latte)
9. Sostituire il gancio da impasto quando l’impasto si attaccherà alla K
10. Incordare.
11. Pirlare l’impasto su di un piano
12. Oliare una ciotola con tappo e riporvi l’impasto.
13. Lasciarlo a temperatura ambiente per circa 30 minuti, poi riporlo in frigo tutta la notte (se abbiamo fatto tutto bene l’impasto sarà raddoppiato)
15. Formare un filone e dividerlo in tanti piccoli pezzi da 80 g
Pirlare i pezzi formando tante piccole palline
16. Porre le palline in un contenitore per la lievitazione ben distanziate.
17. attendere il raddoppio
18. spolverare il piano con farina di riso e formare delle pizze.
19Condire con un sugo semplice
20. infornare in forno preriscaldato a 180 C
21. Quando le pizze saranno dorate aggiungere della provola affumicata
22. Attendere pochi minuti e sfornare.

Commenti

Post popolari in questo blog

Panini all'olio

Sono dei panini veloci a impasto diretto, fatti per chi ha pochissimo tempo ma non rinuncia alla panificazione.

Ravioli ricotta e melanzane

Si capisce che fare la pasta mi piace???? Credo di si :D ! Sono più di 25 anni che faccio pasta in casa un grande amore! Mi rilassa tanto...... è una cosa semplice e facile Sapete quanto costa qui un 1kg di ravioli freschi passabili? 12 euro o_° so tanti! Se li facciamo in casa usando prodotti buoni e freschi spendiamo max 6 euro, e mangiamo un piatto ottimo. Sull’origine delle paste alimentari si conosce ben poco, proprio questa incertezza ha dato vita a svariate leggende. Alcuni archeologi credono di scorgere sulle pitture murali etrusche i gesti e gli utensili di chi sta preparando della pasta fresca, tipo lasagne o tagliatelle. In epoca immediatamente successiva, invece, questo prodotto viene completamente dimenticato, per poi fare la sua ricomparsa in Cina nel I secolo d. C. La forma della pasta è sostanzialmente l’espressione delle fantasie locali, il sapore è nato da infinite creazioni casalinghe, dall’impegno di ogni giorno applicato a quanto

Torta dodo

Una ricetta che nasce per semplificare preparazioni più complesse, è molto facile e veloce da eseguire, ma ugualmente molto buona e bella da vedere